Seleziona una pagina

Terminologia Gay : questo Glossario Gay e Terminologia LGBTQ+ aiuterà i neofiti a destreggiarsi negli Ambienti Omosessuali.

Menu Veloce

Terminologia e Glossario Gay

Vediamo ora una serie di termini utilizzati nel mondo LGBTQ+ e svariati sinonimi utilizzati per appellare una persona Omosex. Ti saranno senz’altro utili nei tuoi incontri Gay a Milano.

Baffa

Quando si appella un Gay Baffa, si vuole sottolineare i baffi. Nello Slang di alcune Comunità LGBT si utilizza Baffa come soprannome per indicare un Omosessuale che porta i baffi.

Baffosaffo

Il termine Baffosaffo è riferito alle donne e si utilizza per Lesbiche che hanno discreti problemi con abbondante peluria.

Balletti Verdi

I Balletti Verdi riferiti all’ambiente Gay si  riferiscono a feste organizzate con giovani gay prostituti. Ci si riferisce al colore verde per omaggiare Oscar Wilde che lo ha fatto diventare un simbolo dell’omosessualità.

Ballerino o Gay Ballerino

Nello Slang LGBTQ, ma anche usato nel linguaggio etero, Ballerino viene associato ad un partner infedele. Un Gay Ballerino non è altro che uno spirito libero che ama cambiare spesso partner sessuale.

Bambola

Con il termine Bambola si vuole indicare un uomo Omosessuale particolarmente effeminato fisicamente e non molto sveglio. Bambola viene utilizzato nel napoletano come modo gioviale di appellare i gay.

Bicurioso

Una persona definita Bicuriosa non si dichiara apertamente Gay o Etero. Un Bicurioso è appunto curioso riguardo a relazioni col sesso opposto. Un Bicurioso non è prettamente Omosessuale poiché non sono attratti fisicamente dal bersaglio della loro curiosità.

Bi-fobia

La Bi-fobia non è altro che la paura che che si prova verso le persone Bisessuali. Come tutte le Fobie si tende ad essere particolarmente diffidenti verso cose escono dal nostro immaginario di normale.

bisessuale/bisex bsx

Il termine Bisessuale si utilizza per indicare chi non fa distinzione tra partner maschili o femminili. Si scrive spesso Bisex o Bsx come abbreviativo di Bisessuale.

bottom

Bottom dall’inglese indica il basso, il fondo; si usa Bottom anche per riferisci al sedere delle persone, e quando nello Slang LGBTQ+ si appella qualcuno con Bottom ci si riferisce alla sua propensione ad essere un partner Passivo sessualmente.

Bottom Queen

Bottom Queen deriva direttamente da Bottom ( sedere ), quindi un Gay passivo sessualmente, e con l’aggiunta di Queen ( regina ) ci si riferisce alla grande propensione o bravura nell’utilizzo del proprio deretano.

Camp

Con Camp venivano appellati i Gay anni ’70, con una personalità marcatamente kitch e molto eccentrica. La nascita del termine Camp nello Slang LGBT deriva per alcuni da Kemp, che significa Simpatica Canaglia, oppure probabilmente da Army Camp, accampamenti militari dove spesso si prostituivano uomini e donne.

Butch

Butch è un termine inglese che si traduce in italiano in Maschione. Solitamente è però usato per mettere in evidenza la mascolinità di una Donna Omosessuale. Butch si può quindi anche tradurre in Maschiaccio, o Camionista, per l’atteggiamento spesso imbronciato e per una fisicità molto virile.

Buliccio

Buliccio è un altro degli svariati appellativi che nasce da parlate gergali per indicare un omosessuale. Chiamare un Gay Buliccio è tipico dell’area genovese.

Busone

In Emilia è frequente l’uso di Busone come sinonimo di Gay. Busone nasce dal dialettale Bus ( buco ), volendo indicare l’ano sfruttato.

Caghineri o Caghino

Caghineri ed anche Caghino, sono termini utilizzati in Sardegna per offendere un Omosessuale.

Capretto

Capretto è uno dei vari modi di chiamare un omosessuale molto giovane.

Casalesbica

La parola Casalesbica è composta dalle parole Casa e Lesbica, e sta ad indicare una Donna, solitamente sposata, che si intrattiene in Incontri Lesbo clandestini.

Casermaro

Casermaro si utilizza per i Gay che vanno alla ricerca di partner tra i militari. I Casermari sono Omosessuali amanti della divisa e attratti solitamente da gay mascolini.

Castro clone o clone

Il Castro Clone più famoso è sicuramente Freddy Mercury che adottò questa moda. Chi si adegua allo stereotipo di Omosessuale Castro Clone o anche solo Clone,  si veste utilizzando lo stile della classe lavoratrice dalla quale è attratto. Il Clone Gay tende a preferire classi lavoratrici con connotazioni molto mascoline.

Catamito

Con il termine Catamito ci si riferisce al nome di uno dei giovanotti amanti di Zeus, e si utilizza per appellare i giovanissimi Gay.

Cessaro

Cessaro viene gergalmente usato per appellare i Gay che frequentano i bagni pubblici alla ricerca di avventure sessuali.

Checche,Recchie

Checca, plurale Checche, o Recchia ( Recchione-Ricchione ) è un modo dispregiativo per definire una persona Omosessuale.

Chierichetta

Chierichetta è nella comunità Gay usato per definire gli Omosessuali Cattolici Bigotti.

Comunità Ursina

La Comunità Ursina è formata da Uomini Omosessuali con caratteristiche ben definite. Per entrare a far parte della Comunità Gay Ursina si deve far parte di una delle categorie comprese, come i Cup, i Wolf, Cacciatori o proprio Bears.

La caratteristica comune nella Comunità Ursina è la presenza di peluria, A differenza della quantità di peluria, della scelta di barba e baffi, e delle dimensioni fisiche, si viene classificati nella Comunità Ursina in un determinata tipologia.

Cripto-gay/cripto

Cripto-Gay, oppure anche solamente Cripto, sta ad indicare un Omosessuale Checca, ovvero visibilmente effeminato, ma che nasconde la sua Identità Sessuale.

Crossdressing

Fare Crossdressing è l’atto di Travestirsi. Il Cross Dresser è in Italiano in classico Travestito.

Cù Alegher

Nel dialetto milanese capita di sentire Cù Alegher, o Culalégher, per definire scherzosamente un omosessuale riferendosi all’utilizzo del suo sedere in modo allegro.

Culattone

Anche Culattone è un termine nato nel milanese per indicare un Gay, ma viene usato preferibilmente come insulto.

Cupio

In Piemonte si può sentire l’uso di Cupio per riferirsi ad un Omosessuale.

Dama

Come molte parole di connotazione femminile anche Dama viene utilizzata anche per indicare un Uomo Gay. Nel caso di Dama si intende in particolare un Omosessuale sessualmente Passivo.

Fata

Fata come per il termine Dama nello Slang LGBT si associa ad un Uomo Omosessuale. Vengono chiamati Fata gli Uomini Gay Effeminati, Checche.

Drag Queen

Le Drag Queen sono i classici travestiti, ma molto curati nei dettagli. Rientrano nelle Drag Queen quegli uomini che si travestono da donne esasperando trucco, atteggiamento e abbigliamento. Le Drag Queen si esibiscono spesso nei locai e nelle discoteche come animatrici.

Dranny

Il termine Dranny si utilizza nei Termini LGBT per riferirsi alle Drag Queen Anziane.

omo-fobia

La Omo-fobia esattamente come la Bi-fobia, è la paura di chi ha un orientamento sessuale differente a quello etero.

Eterotravestito

Un Eterotravestito non rientra tra gli Omosessuali veri e propri. Viene chiamato Eterotravestito un eterosessuale che ama travestirsi da donna, ma è comunque attratto dalle stesse.

Ethero-checca

Ethero-Checca viene scherzosamente utilizzato per schernire un Eterosessuale con atteggiamenti molto effeminati.

Faigin

In ebraico si utilizza Faigin come dispregiativo per chiamare un omosessuale.

Femmenella / Femminiello

Femmenella, o Femminiello, è un modo di dire napoletano per riferirsi ad un Gay solo Passivo, ricettivo. Il termine Femminiello e Femmenella è stato acquisito dal gergo Queer.

Finocchio / Frocio

Anche in Toscana sono stati partoriti termini gergali per appellare un omosessuale. La parola più utilizzate ormai in tutta Italia nate in Toscana sono Finocchio e Frocio.

Flobert

Flobert è un altro modo anche se raro di chiamare un Gay Passivo.

Fricatrice

Con Fricatrice ci si riferisce alle donne e vuole indicare il loro amore per le sfregature tra donne. Fricatrice altro non è che uno dei tanti modi per definire una Lesbica.

Frocio e Frocia

Frocio è probabilmente tra i più usati e diffusi metodi per indicare un Gay in modo dispregiativo. Lo stesso vale per tutti i termini derivanti da Frocio.

Frociarola o Frociara,

Una Frociarola, o Frociara, è una donna che ama stare in compagnia dei Gay.

ftm/fvm

Ftm è l’acronimo di female to male, ovvero una donna che si sta trasformando in uomo.

Gaio/Gaius

Con Gaio si vuole intendere il modo di vivere Gay associato alla spensieratezza ed alla vita allegra.

Gamberone

Gamberone, come per il linguaggio Etero, sta a indicare una persona, in questo caso Gay, con un bel fisico, ma un viso orrendo.

Garrusu

Garruso è uno dei tanti sinonimi per appellare un omosessuale in Sicilia.

Gay

Gay deriva dall’antico francese gai, che stava a significare allegro, gaio, felice.

Gaydar

Gaydar è l’unione delle parole radar e gay. Il Gaydar sarebbe il settimo senso che permette ai Gay di riconoscersi tra la gente.

gay pride

Il Gay Pride è la più famosa manifestazione lgbtq+ che viene organizzata nelle città di quasi tutto il mondo. Durante il Gay Pride migliaia di omosessuali da tutto il mondo si riuniscono per una parata per le vie della città.

Tutti i partecipanti al Gay Pride, etero e non, festeggiano per tutta la durata della manifestazione l’orgoglio Gay, ovvero esternano la loro omosessualità urlandola letteralmente cantando e ballando.

Durante le Manifestazioni dei Gay Pride le città si colorano grazie ai più disparati ed estrosi costumi dei partecipanti.

gay.it

Gay.it è stato per molto tempo uno dei siti più frequentati dalla Comunità glbt.

GenderQueer

Con GenderQueer ci si riferisce all’identità di genere di chi non si riesce a riconoscere nei classici stereotipi di comportamento sociale.

Chi fa parte dei Queer non si riconosce nelle identità sessuali e di comportamento canoniche. Un Queer sceglie il suo stile di abbigliamento che può non seguire il proprio sesso ne la propria classe sociale. I rappresentanti del Gender Queer possono essere Gay, etero, Trans, Operati e non.

Gergo Queer

Esiste un vero e proprio Gergo Queer derivante da uno Slang LGBT.

glbt

GLBT è l’acronimo per gaylesbichebisessualitransessuali

go go Boy

Come nei night per eterosessuali ci sono le Go Go Girl, Ragazze spogliarelliste e per la maggior parte delle volte prostitute, esiste la loro controparte: i Go Go Boy.

Un Go Go Boy è un vero e proprio spogliarellista gay. Sono molto ricercati anche per le feste etero per ravvivare l’atmosfera.

Hijra

Hijra è uno dei nomignoli per un Trans in India.

Humpty

Con Humpty nel linguaggio Gay, si vuole indicare un Omossessuale Calvo e robusto. Humpty è uno di quei termini assimilati dall’inglese nelle Comunità LGBTQ+ in quasi tutto il mondo.

Identità di Genere

L’Identità di Genere serve a definire la sessualità con cui ci presentiamo.

Invertito

Invertito è uno dei classici modi per appellare in modo dispregiativo chi ha impulsi sessuali differenti da un Eterosessuale.

jacobe

Con il termine Jacobe ci si riferisce ad un gay nero effemminato.

katei

Katei è il modo di appellare i gay in thailandese.

Khawal

Khawal in arabo serve per appellare un Gay.

Lalla

Lalla è un diffuso modo per chiamare una Lesbica. Lalla è molto utilizzato dai Gay più Effeminati.

Lella

Lella è un modo romano di chiamare bonariamente un Gay Effeminato.

Lesbica

Una Lesbica è una Donna attratta sessualmente da un’altra Donna.

LGB

LGB non è altro che l’acronimo per Lesbiche, Gay e Bisessuali. La comunità LGB racchiude solo 3 Identità di Genere.

LGBT

LGBT a differenza del precedente, incorpora anche i Transessuali.

LGBTQ

LGBTQ sta per Lesbiche, Gay, Bisessuali, Transessuali e Queer.

LGBU

Il gruppo degli LGBU comprende le Lesbiche, i Gay, i Bisessuali e gli Unsure, ovvero gli Insicuri.

Lisbijàanka

Lesbijànka è nella lingua russa uno dei modi di chiamare una Lesbica.

Lumino

Un Lumino è un appellativo per Uomo Gay in Meridione.

Mademoiselle

Nello Slang LGBTQ+, ma soprattutto Queer, Mademoiselle sta ad indicare un Gay Passivo.

Maricao

Maricao è un appellativo per Gay in Brasiliano. Maricao è un Gay poco mascolino e solitamente passivo.

Masaro

In Veneto Masaro viene usato per chiamare una Lesbica.

Masciara

In alcune Comunità Gay la Masciara è una Checca che ama l’Occulto.

Melochecca

Una Melochecca non è altro che un Gay Effeminato che ama la musica classica e lirica.

Metrosexual

Metrosexual è un termine riconosciuto dal 94 per definire un Omosessuale con atteggiamenti e comportamenti marcatamente femminili.

Mignone

Mignone anche se non è molto utilizzato, saltuariamente lo si sente per indicare un Gay passivo.

Mitusci

Il termine Mitusci è un modo di dire gay passivo in genovese.

Naotto

Viene chiamato Naotto un omosessuale considerato professionista.

Nurzia

Nurzia è un appellativo per una Lesbica Camionista o Lesbica Maschiaccio, a Bologna.

OGay

OGay è un termine che deriva dalla unione di Okay e Gay. Il significato dovrebbe essere “bello essere gay“.

Ogieou

Tra i modi di definire un omosessuale ricettivo in milanese troviamo Ogieou.

Ommo ‘e mmerda

Ommo ‘e mmerda oltre che ad  indicare una persona infame, è usato anche per gay ricettivo in napoletano

Omocausto

Omocausto è un altra parola creatasi dall’aggiunta di “gay” ad un’altra parola. Il significato di Omocausto è  ” strage gay ” .

Omocidio

Il termine Omocidio è usato per indicare l’omicidio di un gay.

Omofobo

Omofobo è chiamato chi disprezza i gay.

Omofobia

L’Omofobia è una patologia riferita alla paura, e in particolare la paura immotivata e irrazionale verso omosessuali e omosessualità. L’Omofobia spesso sfocia in atti di vero e proprio razzismo nei confronti di lesbiche, Gay, Trasgender guidati dal pregiudizio.

Omointellettuale

Modo ironico di definire un gay intellettuale.

Omosessuale

Omosessuale è uno dei termini riconosciuti come non offensivi per definire una persona che rivolge la propria sessualità verso persone del proprio sesso.

Omosessuale Liberato

Un Omosessuale Liberato è colui che finalmente ha fatto coming out.

Orecchio polveroso

Con Orecchio Polveroso si annovera un’altro dei tanti modi di appellare con intento dispregiativo un gay.

Outing

Outing o fare Coming Out, è il momento in cui si dichiara al mondo di essere Gay.

Categorie Gay riconosciute

Twink

Con la definizione Twink ci si riferisce a giovani magri ragazzi. Solitamente i Gay Twink sono poco pelosi, con capigliatura curata e senza barba. Sono la versione opposta al classico Bear Gay. I Twinks hanno un range di età che va dai 17 a circa 20 anni.

La loro giovane età fa si che la maggior parte dei Gay Twinks esterni egocentrismo sentendosi al centro del mondo.

Twunks

Il Twunk è come il Gay Twinks, ovvero giovane, sbarbato e curato, ma non esile.

Con il termine Twunks si vuole indicare quella tipologia di Gay Twink muscolosi.

Pup

I Pup sono una versione ancor più giovane dei Twinks. Ci si riferisce con la parola Pup ai “Cuccioli” Gay assimilabili ai Twinks alle prime armi e senza esperienza.

Muscle Pup

Con Muscle Pup si ci riferisce sempre alla categoria Gay dei Pup, ma a differenza degli altri posseggono una fisicità muscolosa e ben definita.

Wolf

Il termine Wolf serve ad indicare i Twinks adulti. I Wolf hanno solitamente un fisico mediamente muscoloso ed anche se rispetto ai Twinks possono avere la barba, è sempre ben curata come il resto del corpo.

Questa tipologia di Gay viene considerata aggressiva sessualmente rispetto ai Gay Bear.

Quando un Wolf comincia ad essere brezzolato, può cominciare ad essere chiamato anche Grey Wolf oppure Silver Wolf.

Otter

Il termine Otter significa lontra, e si usa per indicare nell’Universo Gay degli atletici ragazzi pelosi.

Come i Bear rientrano nella categoria dei Gay pelosi ma restano sempre più esili in confronto ai Bears.

Cub

I Cub sono una versione Cucciolo dei Bears. Come Otter e Twink ci si riferisce con il termine Cub a Ragazzi Gay Giovani Pelosi e con Barba, ma tendono ad avere una corporatura robusta.

Si possono Trovare Cub che instaurano relazioni, solitamente passive, con i Gay Bear oppure anche con altri Cub.

Muscle Cup e Sugar Cup

I Cuccioli di Orso Pelosi, si suddividono in altre 2 categorie, come i Muscle Cubs e i Sugar Cubs. Con il termine Muscle Cub ci si riferisce ai Giovani Ragazzi Gay Pelosi con una fisico muscoloso, mentre i Sugar Cub sono quelli con una forte componente femminile.

Bears

II significato di Gay Bears è proprio Orsi Gay, ovvero uomini omosessuali fisicamente grossi, cicciottelli e muscolosi, molto pelosi. La struttura fisica con la pancia sporgente e larga e la folta peluria sono le caratteristiche principali dei Bear Gay.

I ragazzi Gay grossi Pelosi e mascolini possono essere considerati bear, altrimenti rientrano in una delle altre categorie. Generalmente un Gay Bear presenta un carattere scherzoso o dolce, ma comunque innocuo.

La Comunità Ursina comprende anche molte altre sottocategorie come:

  • Polar Bears
  • Sugar Bears
  • Daddy Bears
  • Orso Koala
  • Orso Lesbico
  • Muscle Bear

Polar Bears

I Polar Bears fanno parte della branca dei Gay Bears, e si differenziano dagli altri solitamente per l’età e la peluria e capelli grigi o bianchi.

Sugar Bears

Tra gli Orsi Gay gli Sugar Bears rappresentano i plantigradi con caratteristiche più femminee. Solitamente i Gay Sugar Bears vengono evitati dagli altri Gay con una maggiore mascolinità.

Big Bears

Come dice il nome con il termine Big Bears si indicano quegli Orsi Omosessuali in sovrappeso o comunque molto corpulenti.

Daddy Bears

I papà Orso, o Daddy Bears, sono Orsi Gay Maturi che superano la quarantina. Un Daddy Bear ha una presenza rassicurante ed un atteggiamento paterno.

Orso Koala

Un Gay Orso Koala, anche se non si direbbe, sta ad indicare un Bear Gay con peli e capelli biondi.

Orso Lesbico

Un Bear Gay in genera va alla ricerca di altre tipologie di omosessuali, ma quando crea relazioni con altri Orsi Gay viene definito Orso Lesbico.

Muscle Bear

I Muscle Bear rappresentano una parte dei Bears che posseggono sempre una fisicità da Orso ma formata da muscoli invece che dal grasso.

Cacciatore

Il Cacciatore o Chaser, è un Gay attratto dai Bears. I Gay Cacciatori frequentano gli ambienti Bears  alla caccia degli stessi. I cacciatori tendono ad essere attratti dagli omosessuali che differiscono dalla figura del Gay stereotipata.

Chub

Un metodo per dare una connotazione ad un gay è anche per la presenza di grasso.

I Chub sono una tipologia di Gay composta da uomini pelati e non. Un Gay Chub si differenzia dai classici Bears in quanto più grosso ed in sovrappeso.

Anche la categoria dei Gay Chub ha una sottocategoria chiamata Super Chub, che comprende sempre ragazzi Gay in sovrappeso con un altezza ed una stazza superiore alla media.

Gym Rabbit

Nella Tipologia dei Gay Gym Rabbit vengono inclusi Omosessuali con un età solitamente non superiore ai 50 anni, con una ossessione per l’aspetto fisico. I Gym Rabbits frequentano spesso palestre tanto da avere una forma fisica da far invidia a veri sportivi.

Bull

La branca dei Gay Bull nella comunità LGBTQ è rappresentata da omosessuali con o senza peli,  ma con un fisico robusto. La corporatura che si deve avere per rientrare nei Gay Bull deve essere massiccia, da culturista, completamente rappresentata da muscoli.

I Gay Bull tendono a relazionarsi con gli omosessuali del loro stesso tipo e i Bears.

Jock

Giovani atletici Ragazzi Gay vengono definiti Jock. Il significato di Jock si attribuisce a quei ragazzi gay sempre ben curati e con la capigliatura in ordine ed un fisico atletico legato alle pratiche sportive.

Gym Rat

I topi da Palestra, Gym Rat, sono rappresentati da ragazzi Gay con un fisico minuto ma comunque muscoloso ed allenato.

Tra i Gay Gym Rat si possono trovare ragazzi omosessuali con peluria rada oppure folta. Sono la versione giovane dei Gay Gym Rabbit, anch’essi focalizzati sull’allenamento per ottenere un fisico che li renda attraenti ai loro occhi.

Lo scopo dell’ossessione per lo sport ed il fisico dei Gym Rat è dovuto ad una speranza di diventare in futuro un Gay Bull.

Daddy

Il termine Daddy sta ad indicare gli uomini Gay maturi con più di 40 anni. Un Gay Daddy deve dimostrare esperienza ed avere un atteggiamento paterno, e di solito è attratto proprio dai ragazzi gay giovani.

Geek

Il Significato di Geek comprende molte altre categorie di gay. Con Geek infatti si indicano dei ragazzi gay con la passione per le innovazioni tecnologiche ed una fisicità modesta.